about

primadellapioggia Udine, Italy

contact / help

Contact primadellapioggia

Streaming and
Download help

Track Name: L'inverno svenduto
Quand'è stata l'ultima volta che mi hai incrociato?
Quale grata mi hai riservato?
Quand'è stata l'ultima volta che mi hai incornato?
Quale spada ti ha smembrato?
E si apre l'inverno riscaldato con i termosifoni roventi
e i fuochi appiccati dagli studenti e dagli interinali militanti;
l'inverno svenduto di tutte le vetrine sfasciate, di piazze assaltate,
delle bombe-carta e dei prezzi-bomba
dei deputati offerti ai migliori offerenti.
E il freddo svanirà dietro ai rotocalchi,
e non si troverà niente da inventarsi.
E si apre l'inverno riscaldato con i termosifoni roventi
e i fuochi appiccati dagli studenti e dagli interinali militanti;
l'inverno svenduto di tutte le vetrine sfasciate, di piazze assaltate,
delle bombe-carta e dei prezzi-bomba
dei deputati offerti ai migliori offerenti.
E il freddo svanirà dietro ai rotocalchi,
e non si troverà niente da inventarsi.
Track Name: Onirolatria
Com'eri bella, quando baciavi le montagne.
Com'eri bella, quando morivi giovane.
Morivi giovane e non era nulla:
la tua parola rubava poesia.
Passi, lontano, misuravano il cammino tra le stelle;
voci cantavano dalle gole dei più vecchi, senza melodia.
Allora si piangeva
ed era per davvero;
di certo si piangeva,
ma non durava a lungo.
Il tuo canto, qui, sparirà tra i palazzi.
Il tuo ricordo, qui, svanirà.
Rimane una storia di fantasie sotterranee, clandestina.
Sfilacciano le scie della tua libertà
tra cori di vanità e splendide armonie.
Track Name: Machina somni
Ed infine lo lanciarono,
tra il clamore generale,
sul mercato:
“Sarà un nuovo corso”.
I sondaggi e i preordini
ne decretano già il successo.
Possederlo sarà un lusso necessario:
chi non lo vorrà?
Bello e lucente,
piccolo da stare in una mano,
autonomo da fonti di energia.
Ogni sogno sarà impostato via led,
quasi in libertà.
"Sognerà per noi", ripetevano sorridendo,
"Sognerà per noi".
Dentro un'inerte opacità,
trame di antica civiltà.
Cosa sarà?
Cosa sarà di noi?
Ci resterà un disegno, la furia di un età?
Sguardi vibranti, volti da eroi:
frammenti di libertà.
Può cancellare i sogni forse indesiderati;
riscriverà orizzonti, può cancellare i sogni!
Così produrrà chimere di novità in plastica.
Seguirà, poi, la réclame.
Track Name: Grand Turno
Il suo sorriso mi parlava,
la sua voce stava come in un cristallo.
Quando non lo so, ma mi disse di sì.
Si sdraiò sulla poltrona,
la sua voce stava sopra un piedistallo.
Ricorse spesso al suo sorriso,
profondendo un tenue gesto di pietà.
Poi disse così:
"Ho preparato quasi tutto, ma pretendo voglia e personalità".
Non ho saputo ringraziarlo, ho pensato a quella iniqua svendita.
La dignità di un progetto senza costrizioni
non passerà tra le dita a qualche dignitario:
più tempo che denaro.
Una cravatta sul petto, una voce forte, chiara ed avvolgente;
uno sguardo avido, una voce forte, chiara ed avvolgente.
Il tormento a tempo di contagio.
La dignità di un progetto senza costrizioni
non passerà tra le dita a qualche dignitario.
Sulle vetrate il riflesso del contagio.
Non ho gradito la sua voce, né ascoltato la sua squallida armonia.
Non ho accettato la sua offerta, non importa quel che ne verrà.
La dignità di un progetto senza costrizioni
non passerà tra le dita a qualche dignitario.
Sulle vetrate il riflesso del contagio.
Track Name: Ribasso impero (Africa addio)
Si partirà, sempre pronti all'avventura,
noi senza malinconie: odora di Paradiso.

Guarda i patrizi, come si sciolgono in Africa:
niente di meglio che un bel tramonto in aerojet.
Un bel fucile da caccia grossa e poi si va:
qualche cartuccia somministrata con lealtà!
Guarda i patrizi, come si godono l'Africa:
niente di meglio che pernottare al Grand Hotel.
Prima battuta: un elefante, forse un coguaro,
o quella cosa là... qui ci vorrà un esperto.
Guarda i patrizi, come si sciolgono in Africa:
qualche cartuccia somministrata con lealtà!
Un bel fucile da caccia grossa e poi si va:
quale sarà il miglior trofeo?
Quanto può costare così bellina?
È certificata da qualche garanzia?
Non si può rischiare di contaminare certo sangue blu!
Pratiche amatorie per un paio d'ore, sotto attenta prescrizione.
Guarda i patrizi, come si godono l'Africa:
non c'è confine che non si valichi in libertà.
Si partirà, sempre pronti all'avventura,
noi senza malinconie: odora di Paradiso.
Si partirà, sempre pronti all'avventura,
noi senza malinconie: odora di Paradiso.
Non mi sorprende più niente,
non mi sorprende più niente,
non mi appassiona più niente.
Per fortuna ci sei tu,
continente dal grande cuore nero:
ho trovato l'emozione perduta,
non mi sorprende più niente lontano da te.
Quando tornerò,
continente dal grande cuore nero?
Troverò l'emozione perduta:
non mi appassiona più niente lontano da te.

Non mi sorprende più niente.
Track Name: Memore delle stelle
Poco dopo il tramonto, quasi al buio,
una falena sbanda verso un neon,
contro il bagliore opaco che l'attrae a sfinirsi.
Non c'è, non c'è spazio oltre l'orizzonte saturo,
strati di memoria stretti tra confini immobili.
Non c'è, non c'è spazio oltre l'orizzonte saturo,
strati di memoria stretti tra confini immobili.
Striderà lungo la via della logica,
brucerà in eternità.
Devierà le geometrie rinnegandole,
brillerà in eternità.
Dimmi quale sacrificio ottiene
che la mia natura cambi di sostanza.
Affondo le mie mani, non trovo un'altra idea:
la chiave del destino sigilla la realtà.
Aria, rimuovo aria.
Aria, di nuovo l'aria.
Track Name: Neovotivo
Genuflessa al banco,
pensa al fatto che la funzione attesa
si terrà in un pub.
Questo mistero standardizzato
offre un sipario al gran finale di un'età.
Nessun mistero: qui non c'è gloria,
né devozione, né un residuo di pietà.
Un fedele freme quasi sconsolato,
causa una chiamata che si fa agognare:
colto dall'abbaglio di una nuova età,
cerca un po' di gioia senza fedeltà.
Questo mistero porge un sudario plastificato
ai resti spogli di un'età.
Nessun mistero: qui non c'è gloria,
né devozione.
L'incensiere oscilla
da una mano che non vacillerà:
carpirà un assenso
da una mano che non si schiverà.
Sì, meglio di così
potrebbe andare, meglio di così:
senza illusioni, senza limiti.
Questo mistero porge un sudario plastificato
ai resti spogli di un'età.
Nessun mistero: qui non c'è gloria,
né devozione.
Track Name: Consuma Zen
Ho messo all’incanto un’anima in piena:
ho raccolto in cambio l’occhio di una iena.
Un pezzo di vanto, un’anima in piena,
solco su un ritratto, l’occhio di una iena.
Scorre sulla schiena, l’occhio di una iena.
Passerà qualche nuvola sulla collina,
sfiorirà qualche primula in primavera.
Forse condividerai la mia logica:
ho accettato l'allegria come regola,
forse ti convincerò.
Passerà qualche nuvola sulla collina,
sfiorirà qualche primula in primavera .
Se la concorrenza non m'intrappolerà nella fanga
l'onda dei profitti comincerà a colmare ogni ammanco.
Una vita, un lavoro, un timore, un malore,
un tumore, mai avuto un lavoro, un rumore.
Nei pomeriggi a cottimo dei centralini automatizzati,
silenzi rotti da voci in prova e dalle pause-caffè.
Scorre come d'incanto la stagione,
passa per un momento al vento l'aquilone.
Scorre come d'incanto la stagione,
passa per un momento al vento l'aquilone.
Scorre come d'incanto la stagione,
passa per un momento al vento l'aquilone.